Google veste Lewi’s

Grazie alla partnership tra Google e Levi’s prende letterlamente forma il connubio tra abbigliamento e tecnologia. Con Project Jaquard la prima  ha messo apunto filati in grado di trasmettere i dati e consentire quindi la tessitura di indumenti come vere e proprie superfici interattive. Il materiale si presta a una piena integrazione con sensori. Per esempio, dall’aspetto di un comune bottone, utile anche a contenere la necessaria parte di elettronica, con connettori e microcircuiti tanto piccoli quanto sofisticati.

Dalla collaborazione tra le due aziende è nata una versione di tessuto denim, con l’intento di arrivare presto ai primi capi in jeans connessi alla Rete. La prima idea è Commuter Trucker Jacket, un giubbotto concepito per il ciclista urbano. Oltre alla inevitabile connessione con il proprio smartphone, il wearable permette l’accesso a servizi di utilità specifica, mappe prima di tutto, ma anche di intrattenimento.

Per vedere fisicamente nei negozi la novità sarà però necessario aspettare ancora qualche tempo. Novità più precise infatti, sono promesse solo nel corso dell’anno.

Pubblicato il: 13 Mar 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *